Pagina pubblicata tra il 1995 e il 2013
Le informazioni potrebbero non essere più valide
Documenti e testi normativi non sono aggiornati
A cura di Emilio Tosi
Il codice del diritto dell'informatica e di internet
Normativa nazione e comunitaria
Con CD-ROM
Casa editrice La Tribuna, Piacenza, 2001
pp. 1598, L. 55.000 ( 28,41)

Il sogno di chi in qualche modo costretto a confrontarsi ogni giorno con il sistema normativo - quindi non solo del giurista - di poter trovare in un tempo ragionevole qualsiasi norma riguardi un determinato settore. A questo servo appunto i codici specializzati, come questo curato da Emilio Tosi, sul diritto dell'informatica e di internet.

Trovato lo strumento, si deve capire se esso soddisfa le aspettative. E qui incominciano i problemi, perch una raccolta specializzata di testi normativi deve collocarsi in un punto di equilibrio tra la "maneggevolezza" e la "completezza". Il problema che per avere il quadro normativo completo di qualsiasi settore non bastano le disposizioni che a quel settore si riferiscono, ma necessario allargare il repertorio a una serie di testi di carattere generale, con criteri di selezione che non possono essere stabiliti a priori. Una selezione ampia, tale da comprendere tutte le disposizioni che possono riguardare l'oggetto della raccolta, potrebbe assumere proporzioni gigantesche, viste le dimensioni del nostro ordinamento. Un criterio pi restrittivo pu portare a escludere proprio i testi che servirebbero in un determinato momento...

La scelta di Tosi per una selezione piuttosto larga, con l'inserimento di molte disposizioni di carattere generale, dalla normativa comunitaria ai codici di merito e di procedura. Dunque per il non giurista l'opera si presenta come abbastanza completa, tale da fornire una visione esauriente del quadro normativo.
E' soddisfacente anche la selezione delle disposizioni speciali, fino alle regole tecniche. Qualche lacuna si riscontra invece nella normativa "collegata". Per esempio, c' la legge 62/01 sull'editoria, ma mancano le leggi precedenti, alle quali la stessa 62 rimanda.

Utile il CD-ROM allegato. Come molte altre opere del genere, sfrutta un "motore" poco potente e, soprattutto, non presenta link ipertestuali. Inoltre non permette di vedere un testo nel suo insieme, ma solo un articolo alla volta. Chi pratico di codici finisce quindi col preferire spesso la ricerca sul volume tradizionale, mentre il supporto digitale viene usato per le ricerche a testo libero.
Per si deve considerare che il CD gratis: considerando i prezzi che di solito contraddistinguono le raccolte giuridiche su supporto digitale, da solo un ottimo motivo per acquistare questo codice.

(M. C.)