Manlio Cammarata - Il colonnello Rey, suppongo - Tabulas


Anno XI - N. 359 - 17 settembre  2007

Carta d'identità elettronica, norme in rete, firma digitale e altro...
Ecco l'Italia dei tecno-scandali

Tra gli "scandali italiani"che troppo spesso occupano le prime pagine dell'informazione "generalista" mancano quelli che riguardano l'innovazione tecnologica. Forse perché non ci sono le competenze per individuare le cose che non vanno, in documenti difficili da leggere. Ce ne occupiamo noi.
Innovazione, troppi anni e troppi soldi sprecati (M. Cammarata)
Dati personali
Ancora sullo spinoso problema della conservazione dei dati da parte degli operatori di telecomunicazioni. Proseguiamo l'analisi della direttiva europea 2006/24/CE, in attesa di leggere le norme di recepimento in Italia, che incideranno sulla legge antiterrorismo "Pisanu" e sul Codice della privacy.
Data retention: che cosa prevede la direttiva europea (G. Marcoccio)
Le regole dell'internet
"Usare la tecnologia per evitare che la gente usi o cerchi parole pericolose come 'bomba', 'uccidere', 'genocidio' o 'terrorismo'". Così Franco Frattini, commissario UE per la sicurezza. Parole inaccettabili. E' incredibile che nel 2007 qualcuno pensi ancora di cancellare le parole dall'internet.
Repressione e censura. Lo spettro incombe... (Comunicato ALCEI)
Frattini e il Grande Fratello: prove tecniche di neolingua (C. Giustozzi)

Anno XI - N. 358 - 23 luglio 2007                       

Che cosa si muove dietro il progetto di carta d'identità elettronica?
Sulla CIE ancora complicazioni e sospetti

Una nuova bozza di regolamento  aggiunge alla carta d' identità elettronica l'ulteriore complicazione di un chip RFID. Interrogazione parlamentare: chi c'è dietro il discutibile e costoso progetto? Tutto questo mentre l'Europa va verso uno schema molto più semplice, quello del passaporto elettronico.
CIE: un miliardo di euro buttati via? (M. Cammarata)
I testi di due interrogazioni presentate alla Camera dei deputati
Dati personali
La conservazione a lungo termine dei dati personali relativi al traffico telefonico e telematico è un grave rischio per la privacy. L'Unione europea ha emanato una direttiva che l'Italia dovrà attuare entro il prossimo 15 settembre. Anche il nostro Garante si prepara a dettare nuove regole.
Data retention, la "Pisanu" dovrà fare i conti con l'Europa (G. Marcoccio)
Il provvedimento del Garante sulla protezione dei dati in azienda è oggetto di interpretazioni discordanti. In realtà non ci sono regole troppo pesanti o vincolanti, si tratta di "linee guida" che possono essere disattese in presenza di altre politiche di protezione e sicurezza delle informazioni.
E-mail e internet in azienda: cosa ha detto il Garante (P. Ricchiuto)
Le regole dell'internet
La computer forensic è una materia nuova, che studia i metodi di indagine processuale quando i mezzi di prova sono di natura informatica. Il problema più complesso riguarda la certezza del contenuto di documenti che sono per loro natura "volatili": come "fissarli" e trasformarli in mezzi di prova?
I problemi della copia autentica di pagine web (A. Pianon)
Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Roma con il n. 585/97 Direttore responsabile Manlio Cammarata
© Interlex 2007 - Informazioni sul copyright - Privacy Per stampare la pagina si consiglia di impostare il formato orizzontale