[ztopmcr.htm]
Pagina pubblicata tra il 1995 e il 2013
Le informazioni potrebbero non essere più valide
Documenti e testi normativi non sono aggiornati

Il diritto di accesso

Gazzetta on line: la lettera aperta al ministro Stanca

13.07.04


4° Convegno Nazionale - Catania 1-2 luglio 2005

Egr. dott.
Lucio Stanca
Ministro per l'innovazione e le tecnologie
Via Isonzo 21/B
00198 ROMA

Catania, 2 luglio 2005

OGGETTO: Diritto di accesso dei cittadini alla normativa statale via internet

Signor Ministro,

ci rivolgiamo a Lei alla chiusura del DAE 2005 - 4° Convegno nazionale di diritto amministrativo elettronico - nel quale si è svolta un'approfondita discussione sul Codice dell'amministrazione digitale.

Vogliamo segnalarLe, signor Ministro, quella che a nostro avviso, fra molte altre, è l'assoluta necessità di un'integrazione del Codice. Accanto alla "partecipazione democratica elettronica" e al diritto dei cittadini all'uso delle tecnologie nei rapporti con la pubblica amministrazione, il Codice non prevede uno strumento essenziale per l'esercizio di questi diritti: l'accesso alla normativa vigente attraverso la consultazione via internet della Gazzetta ufficiale, con un sistema facile e gratuito.
In molti Paesi europei i cittadini hanno la possibilità di accedere ai testi delle leggi e dei regolamenti con procedure semplici, alla portata di tutti: citiamo (ma l'elenco è parziale) Francia, Belgio, Austria, Gran Bretagna.

In Italia è già operativo il portale "Norme in rete", sviluppato dal Ministero della giustizia e dal CNIPA con il contributo di diversi enti, come l'Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica del CNR e il CIRSFID. Un progetto che pone - ancora una volta - il nostro Paese all'avanguardia nel campo dell'informatica giuridica, ma che non ha effetto sulla normativa statale, perché manca una disposizione che preveda la pubblicazione della Gazzetta ufficiale anche via internet.
Oggi la Gazzetta è pubblicata sull'internet solo in minima parte, in un formato di difficile uso che non rispetta gli standard di "Norme in rete" (già adottati da diverse Regioni e amministrazioni locali) e per di più è disponibile gratis solo per sessanta giorni dopo la pubblicazione.

Le chiediamo quindi, signor Ministro, di adoperarsi affinché nell'annunciata revisione del Codice dell'amministrazione digitale venga inserita una disposizione sul diritto dei cittadini di accedere via internet alla normativa statale vigente, diritto da soddisfare in primo luogo con la pubblicazione contemporanea della Gazzetta ufficiale su carta e in formato elettronico, standard e di facile impiego, e la sua disponibilità gratuita a tempo indeterminato.

Certi che vorrà considerare la nostra richiesta, Le porgiamo i nostri più cordiali saluti.

I relatori al Convegno DAE 2005:

Ernesto Belisario - avvocato in Potenza
Francesco Brugaletta - direttore di Diritto & Diritti
Manlio Cammarata - direttore di InterLex
Giuseppe Cammarota - docente di Diritto amministrativo, fac. di Scienze politiche, Univ. di Napoli L'Orientale
Agatino Cariola - professore ordinario di Diritto costituzionale, facoltà di Giurisprudenza, Univ. di Catania
Bruno Caruso - professore ordinario di Diritto del lavoro, facoltà di Giurisprudenza, Univ. di Catania
Emilio Castorina - professore ordinario di Diritto costituzionale, facoltà di Giurisprudenza, Univ. di Catania
Costantino Ciampi - direttore di ricerca, Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica - CNR
Michele Corradino - consigliere di Stato
Isabella D'Elia - primo ricercatore, Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica - CNR
Rosa Maria Di Giorgi - ricercatore, Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica - CNR
Giovanni Duni - professore ordinario di Diritto amministrativo, facoltà di Scienze politiche, Univ. di Cagliari
Elio Guarnaccia - avvocato in Catania
Carmelo Giurdanella - avvocato in Catania, chairman DAE
Lucio Maggio - docente di Informatica giuridica, facoltà di Giurisprudenza, Università di Catania
Ruggero Manenti - avvocato in Modica (RG)
Daniele Marongiu - dottorando di ricerca, facoltà di Giurisprudenza, Università di Cagliari
Pietro Mercatali - ricercatore, Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica - CNR
Angelo Giuseppe Orofino - avvocato in Bari
Nicola Palazzolo - direttore, Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica - CNR
Marina Pietrangelo - assegnista, Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica - CNR
Mario Ragona - dirigente di ricerca, Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica - CNR
Fabrizio Traina - avvocato in Catania
Rosaria Trizzino - consigliere TAR Valle D'Aosta

 

Inizio pagina  Indice della sezione  Prima pagina © InterLex 2005 Informazioni sul copyright